closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fuggi-fuggi ma non troppo: il cerchio magico di Trump resiste

Stati Uniti. Mezzo entourage si dimette, le banche lo mollano. E arriva l'onta peggiore: disdetto un torneo di golf nel suo «green». Ma gli elettori gli restano fedeli, insieme allo zoccolo duro del trumpismo dentro il partito repubblicano

Un sostenitore di Trump durante l'assalto al Campidoglio

Un sostenitore di Trump durante l'assalto al Campidoglio

Trump isolato? Ma quando mai. Non è poi così lunga, la lista di chi ha abbandonato il presidente dopo il putsch di Capitol Hill. Soprattutto non è quella diserzione di massa invocata dopo il sanguinoso assalto alla democrazia personalmente istigato dalla Casa bianca. Del resto, mentre le scalinate di Capitol Hill ancora fumavano, otto senatori e 139 deputati repubblicani avevano votato imperterriti contro la certificazione del risultato elettorale, precisamente il motivo per cui il mob aveva violato il Campidoglio. Nemmeno i morti, i feriti e l’invasione del loro stesso palazzo li aveva spostati dalla linea di re Donald: non riconoscere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi