closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fuga dalla barca che affonda, Trump abbandonato dai suoi

American Psycho. Dopo Cohen, l’editore Pecker e il tesoriere Weisselberg si accordano con gli investigatori. E il procuratore di Manhattan gli toglie la possibilità di usare la grazia per farli tacere. Il presidente Usa furioso se l’è presa con Session per essersi ricusato dal Russiagate

Donald Trump nella Roosevelt Room alla Casa bianca

Donald Trump nella Roosevelt Room alla Casa bianca

«Tutti gli scagnozzi del presidente», così ha titolato il New York Daily news dopo i verdetti per l’ex avvocato di Trump, Michael Cohen – che si è dichiarato colpevole di aver comprato con i fondi elettorali il silenzio delle donne che hanno avuto relazioni extraconiugali con Trump, sotto indicazione dello stesso – e per l’ex direttore della campagna elettorale, Paul Manaforti, condannato per frodi fiscali e bancarie. Ma gli scagnozzi, come li definisce il quotidiano newyorchese, non sono terminati: stanno tutti girando le spalle all’inquilino della Casa bianca. Si è aggiunto David Pecker, il più grande editore di tabloid americano,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.