closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«Frutta e verdura non calibrate, così è più naturale»

Intervista. Fausto Jori, amministratore delegato di NaturaSì: vogliamo che si esca dalla schiavitù del calibro, interiorizzata anche nel biologico. Partendo dai piccoli produttor

La catena del biologico Naturasì e l’associazione Legambiente hanno lanciato nel 2020 il progetto CosìPerNatura, dedicato all’ortofrutta dalle forme scalibrate, non standardizzate. Obiettivo: non sprecare quello che è stato coltivato, impiegando acqua, energia, lavoro, risorse. E’ un contributo alla necessaria inversione di tendenza in campo agricolo, alimentare e anche culturale, un salto di paradigma, spiega Fausto Jori, amministratore delegato di Naturasì. La filosofia del progetto parte dal fatto che biologico e calibrato non vanno d’accordo? Nel biologico e anche del biodinamico, uno dei valori è la rigenerazione: partire da sementi biologiche, non dagli ibridi. Se una semente è naturale, per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi