closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Fruhauf, lavorare sul found footage è come una storia d’amore

Intervista. Conversazione con il regista sperimentale austriaco. Le sue opere si basano sull’alterazione e sulla natura transitoria delle immagini

La collettiva The remains of cinema, presentata alla Künstlerhaus di Graz, ha raccolto una selezione di film e installazioni di artisti e filmmaker appartenenti a generi e generazioni diverse per indagare l'importanza del cinema in quanto dispositivo che lavora sulla scomparsa e la trasformazione della cultura e della memoria cinematografica. È infatti indubbio che la rilevanza sociale del cinema, come medium che ha segnato e determinato l'immaginario collettivo e la memoria culturale del ventesimo secolo, appartiene al passato. Nella contemporaneità il cinema è solo uno dei tanti linguaggi sulla scena artistica e nell'industria dell'intrattenimento culturale, settore che è in continuo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.