closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Freni bloccati, rimpallo di accuse tra gli indagati

Piemonte. Il caposervizio Gabriele Tadini ammette l’uso dei forchettoni, anche in altre occasioni, ma dice di avere informato i superiori. «Non ne sapevo nulla», è la posizione del direttore di esercizio, Enrico Perocchio. «Non ero io a occuparmi della sicurezza», anche il gestore della funivia di Stresa-Mottarone, Luigi Nerini, nega ogni responsabilità davanti alla gip

Un dettaglio dei resti della cabina della Funivia del Mottarone

Un dettaglio dei resti della cabina della Funivia del Mottarone

Tutti contro tutti. Gli interrogatori di garanzia della gip Donatella Banci Buonamici del Tribunale di Verbania ai tre indagati per la strage della funivia Stresa-Mottarone finiscono con un rimpallo di accuse. Il caposervizio ammette l’uso dei forchettoni ma dice di avere informato i superiori, il direttore sostiene, invece, di non avere mai saputo di questa operazione «scellerata» e il gestore precisa che la sicurezza non era affare suo, bensì degli altri due. PARTIAMO da Gabriele Tadini, il primo a essere interrogato, il caposervizio dell’impianto di risalita, colui che con la sua ammissione ha segnato, nella notte tra martedì e mercoledì,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.