closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Frankenstein, il pop è mostruoso

Miti/Duecento anni fa veniva pubblicato il romanzo di Mary Shelley. Un personaggio perfetto per il rock. La storia della creatura riportata in vita da un dottore visionario ha ispirato una sfilza di musicisti, da Screamin’ Jay Hawkins ai Metallica. Ecco come canzoni, spettacoli, musical e colorite messe in scena hanno ricalcato in vari modi le vicende create dalla scrittrice inglese

Boris Karloff nei panni di Frankenstein

Boris Karloff nei panni di Frankenstein

Cosa sono duecento anni se si è sopravvissuti alla morte? Due secoli fa, nel 1818 veniva pubblicato per la prima volta a Londra, per l’editore Lackington, un romanzo anonimo che venne diffuso in sole 500 copie. Raccontava la storia di uno scienziato visionario ai limiti della follia e della sua creatura straordinaria e spaventosa, riportata in vita dalla morte. Una storia che faceva venire i brividi a una società che iniziava ad ammirare e temere la scienza e che, dopo gli eccessi rivoluzionari e delle guerre napoleoniche, cercava un’arte capace di ricreare emozioni forti. Il romanzo Frankenstein: or, The Modern...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.