closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Francia: tagli alla spesa, ma il deficit continua a sforare

Finanziaria 2015. Parigi presenta a Bruxelles un bilancio in deficit del 4,3%. Il debito ha toccato i 2mila milardi. Dieta severa per la spesa pubblica e la previdenza sociale. Si salva la scuola. Difesa penalizzata, malgrado le guerre

L’ora dell’esame si avvicina per i paesi europei, che a causa del Two Pack (adottato nel 2013, in complemento del Six Pack), devono presentare al vaglio della Commissione la finanziaria 2015 entro il 15 ottobre. Per la Francia, paese nel mirino di Bruxelles, l’esercizio è a rischio, tanto più che dal 1° novembre, se la Commissione Juncker passerà le audizioni in corso all’Europarlamento e otterrà il voto di approvazione il 22 ottobre, sarà Pierre Moscovici a dover eventualmente “punire” Parigi. La Francia, difatti, non rispetterà la clausola del 3% di deficit. Lo ha confermato ieri il Consiglio dei ministri. Il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.