closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Francia: stato di emergenza e stretta sulle libertà

Attentati. Hollande pensa anche a una riforma della Costituzione per istituire un "regime di stato di crisi". I costituzionalisti temono una deriva liberticida. Clima tesissimo a meno di due settimane dalla Cop21: le manifestazioni dovrebbero venire vietate, mentre l'esercito produce dosi di antidoto agli attacchi chimici

Senza attendere la scadenza dei 12 giorni, come annunciato da François Hollande, già giovedi’ l’Assemblea nazionale voterà sul prolungamento dello stato d’emergenza per tre mesi. Il Senato voterà venerdi’. Lo stato d’emergenza sarà modificato per “adattare il suo contenuto all’evoluzione delle tecnologie e delle minacce”, ha precisato Hollande. In particolare, saranno facilitate le perquisizioni e i domiciliari extragiudiziari. Stato di emergenza significa una restrizione delle libertà. La legge, che risale al ’55 e alla guerra d’Algeria, attribuisce poteri eccezionali alla polizia, prevede la regolamentazione della circolazione e del soggiorno delle persone, la chiusura di luoghi aperti al pubblico, i Prefetti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.