closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Francesellum, senato stile Anci

Riforme. Renzi assicura: nessun rinvio. Ma la commissione affari costituzionali rinvia di cinque giorni. E' caos emendamenti, come soluzione avanza un finto modello francese che rimette al centro i comuni

La ministra per le riforme Maria Elena Boschi

La ministra per le riforme Maria Elena Boschi

Mentre Matteo Renzi informava la direzione del Pd che non ci sarà «nessun rinvio» sulle riforme, e che il mese di giugno sarà «cruciale» per approvare il disegno di legge costituzionale sul bicameralismo e a ruota - «comunque entro l’estate» - la seconda lettura della legge elettorale, la commissione affari costituzionali del senato decideva, appunto, un rinvio. Breve: il termine per la presentazione degli emendamenti al testo del governo doveva scadere ieri pomeriggio, e invece scadrà martedì prossimo. Si comincerà allora a votare e, se andrà bene, si potrebbe concludere in commissione per quella data, il 10 giugno, sulla quale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi