closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Frammenti di vita dal Novecento italiano

Storia. «Memorie di un intruso» di Bruno Amoroso per Castelvecchi. La militanza politica, il profondo legame con Federico Caffè. La scelta, infine, di insegnare fuori Italia

«Relogement», un’opera dell’artista Levalet

«Relogement», un’opera dell’artista Levalet

Aver avuto come padre un famoso regista, un noto scrittore, un autorevole personaggio politico, può costituire un handicap per quel figlio costretto a dimostrare di non essere da meno del suo genitore. Altrettanto impegnativa può essere l’eredità che un padre, come quello di Bruno Amoroso - modesto operaio nella Manifattura Tabacchi, totalmente immerso nella politica del suo tempo con orgoglio e fierezza, mai incline al compromesso, e con un profondo amore per i suoi cari - lascia al proprio figlio. Saprà quest’ultimo essere alla sua altezza? Perché nel frattempo il mondo è cambiato. La purezza che animava (non tutti, certo)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi