closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Forze dell’ordine e proibizionismo

Fuoriluogo. La rubrica settimanale a cura di Fuoriluogo

Ai danni collaterali più gravi delle normative proibizioniste e repressive per le droghe vanno  aggiunte le situazioni di sempre maggior disagio di coloro che «per dovere d’ufficio» sono tenuti ad applicare tali normative. Nel caso dei magistrati di vari paesi, compresa l’Italia, sono frequenti  le aspre e documentate critiche, le insistenti proposte di un cambio di rotta. Più difficile appare  la posizione degli appartenenti alle forze dell’ordine: cioè a corpi per lo più  militarizzati (di diritto o di fatto), nei quali non di rado si impartisce una formazione  mirata a creare atteggiamenti hard on crime:  atteggiamenti che ripetutamente sfociano  in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi