closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Forse Oslo ha sventato un altro omicidio Khashoggi

Norvegia. Riyadh, poche settimane prima dell'assassinio del giornalista nel consolato saudita a Istanbul, chiese lo status diplomatico per dieci guardie di sicurezza alle autorità norvegesi che, sorprese, rifiutarono e allertarono l'attivista Iyad Al Baghdadi rifugiato a Oslo

Il principe ereditario saudita Mohamme bin Salman

Il principe ereditario saudita Mohamme bin Salman

[caption id="attachment_341912" align="alignright" width="256"] Jamal Khashoggi[/caption] L’assassinio del giornalista Jamal Khashoggi, compiuto nell’ottobre del 2018 a Istanbul da agenti dei servizi di sicurezza giunti da Riyadh, potrebbe essere stato parte di una strategia più ampia finalizzata a colpire dissidenti e oppositori sauditi rifugiati all’estero. Una conferma indiretta arriva dalla Norvegia. Il quotidiano Dagbladet rivela che all'inizio dell'estate del 2018, quindi poche settimane prima della brutale uccisione di Khashoggi, la Norvegia si trovò di fronte a un'insolita richiesta giunta dal governo del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman: riconoscere lo status di diplomatico a dieci uomini, tutte guardie di sicurezza, che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.