closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Foodora. E Poletti scoprì il lavoro digitale leggendo i giornali

Gig Economy. Il ministro del lavoro Giuliano Poletti ignora le condizioni di lavoro nella gig economy, la nuova economia dei servizi on demand: «Non avremmo mai immaginato di lavorare per una piattaforma, l'idea di datore di lavoro era molto diversa». Basterebbe chiedere informazioni a Diego Piacentini, già vice presidente Amazon, oggi commissario del governo per l'innovazione, su come lavorano i cottimisti digitali "Amazon Mechanical Turk", i turchi meccanici di Jeff Bezos

La protesta dei rider di Foodora a Torino

La protesta dei rider di Foodora a Torino

Il ministro del lavoro Poletti ha scoperto dai giornali l'esistenza della gig economy, l'economia dei servizi on-demand. Decisiva è stata la protesta dei fattorini in bicicletta che lavorano a Torino per Foodora. «Se la soluzione prevista dall'azienda si basa sul "ti piace andare in bicicletta", vuol dire che abbiamo un bel problema da affrontare – ha detto- Ho letto con sorpresa la situazione che si è verificata in questi giorni a fronte di una manifestazione dei giovani che lavorano in bicicletta e questo è solo un caso, ma sappiamo che ci sono anche situazioni più complesse». Fino a poco tempo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi