closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fondi da paesi esteri, Trump sulla graticola. E oggi depone Sessions

Stati uniti. Pioggia di guai sulla Casa bianca: anche la corte di San Francisco boccia il Muslim Ban e due procuratori intendono citare in giudizio il presidente Usa. Dopo Comey, il ministro della Giustizia al Senato sul Russiagate

Il procuratore generale Jeff Sessions con Trump

Il procuratore generale Jeff Sessions con Trump

Le procure del Maryland e del distretto di Washington DC hanno intenzione di citare in giudizio Donald Trump per aver accettato milioni di dollari da governi stranieri destinati alle sue aziende, violando così le emoluments clause, le clausole anticorruzione della costituzione americana. La denuncia dei due procuratori, Karl A. Racine di Washington DC e Brian Frosh del Maryland, entrambi democratici, si basa sul fatto che «questi milioni in pagamenti e benefici da governi stranieri» sono stati ricevuti da Trump non durante la sua precedente carriera di uomo d’affari, ma quando era già candidato per la presidenza degli Stati Uniti, e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.