closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Fondazioni liriche smarrite nel golfo mistico

Beni culturali. Il deficit dei vari teatri si aggira intorno ai 400 milioni di euro. Resiste qualche isola felice, come il Regio di Torino

orchestra del teatro Regio di Torino

orchestra del teatro Regio di Torino

L’acuta crisi che investe l’Opera di Roma è una tessera del triste mosaico delle Fondazioni lirico-sinfoniche italiane, i nostri teatri lirici da anni definanziati dai contributi pubblici e dunque in maggioranza affogati in pesanti deficit di bilancio, in parte ascrivibili anche a una mala gestione di una generazione di manager che troppo spesso presentano al pubblico bilanci preventivi in pareggio e nascondono le perdite tra le pieghe dei consuntivi. Il deficit globale delle Fondazioni lirico-sinfoniche si aggira attualmente intorno ai 400 mln di euro, anche se ci sono isole felici: merita citare il Regio di Torino che grazie a una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.