closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Fondazioni liriche smarrite nel golfo mistico

Beni culturali. Il deficit dei vari teatri si aggira intorno ai 400 milioni di euro. Resiste qualche isola felice, come il Regio di Torino

orchestra del teatro Regio di Torino

orchestra del teatro Regio di Torino

L’acuta crisi che investe l’Opera di Roma è una tessera del triste mosaico delle Fondazioni lirico-sinfoniche italiane, i nostri teatri lirici da anni definanziati dai contributi pubblici e dunque in maggioranza affogati in pesanti deficit di bilancio, in parte ascrivibili anche a una mala gestione di una generazione di manager che troppo spesso presentano al pubblico bilanci preventivi in pareggio e nascondono le perdite tra le pieghe dei consuntivi. Il deficit globale delle Fondazioni lirico-sinfoniche si aggira attualmente intorno ai 400 mln di euro, anche se ci sono isole felici: merita citare il Regio di Torino che grazie a una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi