closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Follow the money», i Talebani alla ricerca di sostegni economici

Afghanistan. Da gruppo armato a forza di governo: per evitare il rischio di un collasso, i turbanti neri cercano partner. Usa compresi

I Talebani preparano la grande cerimonia di insediamento del nuovo governo, «inizio di una nuova era di libertà e sovranità», assicurano. In uno Stato che è però tutt’altro che sovrano, economicamente. Così, mentre vengono stampate migliaia di bandiere bianche e nere, pronte per essere sventolate nel corso dell’inaugurazione del governo retto dal «comandante dei fedeli» Haibatullah Akhundzada, a Kabul si fanno sempre più lunghe le code agli sportelli bancomat e a Herat dozzine di donne protestano. CARTELLI IN MANO e slogan scanditi, chiedono che le donne siano incluse nel governo. Ma chiedono anche di tornare al lavoro. A una parte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.