closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Follia e rimorsi di un collezionista

Musica. Convince «Seven Stones», l’opera per solisti e coro di Ondřej Adámek, in prima assoluta al Festival di Aix, mentre delude «Dido and Aeneas», nonostante la partecipazione ‘fuori ordinanza’ di Rokia Traoré.

Scena da «Seven Stones»

Scena da «Seven Stones»

Presentata in prima mondiale nel piccolo Théâtre du Jeu de Paume, l’opera Seven Stones è una delle più felici sorprese del festival di Aix en Provence 2018. Basata su un libretto del poeta e scrittore islandese Sjón (anche autore della canzone di Björk in Dancer in the dark), il lavoro del praghese Ondoej Adámek è strutturato in sette brevi episodi più prologo, intermezzo e finale. Il libretto, la cui peculiare linea narrativa è frastagliata da sogni, slittamenti di piani geografici e storici, flashback e metamorfosi di luoghi e personaggi, nara del viaggio nel tempo e nello spazio di un collezionista...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.