closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Foggia, blitz contro il caporalato tra i braccianti

Cinque arresti. Tra gli indagati anche la moglie del prefetto Di Bari, capo del Dipartimento Immigrati del Viminale

La storia è la stessa di sempre che torna ciclicamente. Sfruttamento dei braccianti agricoli stranieri, intermediari e caporali senza scrupoli, aziende in cerca di manodopera a bassissimo costo, condizioni di vita al di sotto di qualsiasi soglia minima di accettabilità umana. E purtroppo, ancora una volta, uno dei luoghi protagonisti della schiavitù del terzo millennio è la provincia di Foggia, terra della raccolta del pomodoro, il così detto oro rosso. E’ QUESTO LO SCENARIO delineato dall’ultima operazione anti-caporalato coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia e condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Manfredonia e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.