closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Firme false per le comunali a Palermo: la Procura chiede 14 rinvii a giudizio

Chiesto il processo anche per i deputati Nuti, Di Vita e Mannino. Alle accuse di doppia morale del Pd risponde Luigi Di Maio: «Questi tre parlamentari e altri coinvolti sono stati sospesi in autunno»

L'esponente a 5 stelle Riccardo Nuti

L'esponente a 5 stelle Riccardo Nuti

Dai banchi del Parlamento da dove spesso urlano contro la casta a quelli del Tribunale di Palermo dove, se il gup accoglierà la richiesta della Procura, dovranno difendersi dall’accusa di falso e di violazione della legge elettorale. Per i grillini l’inchiesta sulle firme false che ha polverizzato il meetup di Palermo aprendo una profonda spaccatura nel gruppo dirigente, è al giro di boa. L’aggiunto Dino Petralia e il pm Claudia Ferrari hanno chiesto il rinvio a giudizio dei 14 indagati. Tra cui i deputati Riccardo Nuti, ex capogruppo alla Camera, Giulia Di Vita e Claudia Mannino. Per i magistrati sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi