closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Fioramonti, la vita difficile di un ministro: scuola e università ancora senza fondi

Legge di bilancio. La richiesta di tre miliardi per scuola, università e ricerca e la scarsità dei fondi destinati dalla manovra. Le mobilitazioni dei sindacati causata dagli impegni disattesi dal governo sul concorso della scuola e le assunzioni al Cnr. Il problema delle nomine dell'agenzia nazionale della ricerca. E il ministro ribadisce: senza nuovi fondi mi dimetto

Lorenzo Fioramonti, ministro dell’Istruzione, università e ricerca

Lorenzo Fioramonti, ministro dell’Istruzione, università e ricerca

La scuola e la ricerca sono le cenerentole della legge di bilancio. Nessuna risorsa aggiuntiva per recuperare i tagli mai più rifinanziati dall’epoca di Berlusconi (più di 8 miliardi); risorse esigue per il contratto della scuola mentre erano stati promessi «aumenti a tre cifre»; impegni disattesi sul concorso della scuola tali da spingere i sindacati del settore Flc Cgil, Cisl e Uil scuola, Gilda e Snals a convocare una protesta in tutto il paese lunedì 11 novembre. E, all’elenco va aggiunto l’articolo 28 della legge di stabilità che istituisce l’agenzia nazionale della ricerca i cui vertici saranno in gran parte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.