closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Fine della storia, chiude Radio Città del Capo

Bologna. La storica emittente della sinistra bolognese, nata nel 1987 sull’onda delle radio libere, finisce paradossalmente nelle mani di Berlusconi

È ufficiale. Radio Città del Capo non esiste più. A deciderlo la cooperativa bolognese Open Group, che ha venduto l'ultima frequenza rimasta a Radio Subasio, gruppo Mediaset. Facile l'ironia: una delle ultime radio libere finisce nelle mani dell'azienda fondata da Silvio Berlusconi. Cosa è successo? «Non reputiamo più strategica la radiofonia tradizionale in analogico», aveva spiegato l’editore già nel novembre 2020 annunciando di volere investire altrove. Finisce così l'epopea lunga 34 anni di una radio libera e indipendente entrata nell'orbita di quella che poi è diventata una maxi cooperativa con più di 600 dipendenti e fatturato da decine di milioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi