closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Fimer, gli inverter piacciono ma la proprietà arranca

Vertenze. Incontro al Mise sul caso dell'azienda di Terranuova Bracciolini, dopo l'avvio del concordato preventivo a causa di problemi finanziari. Monterocci (Fiom Cgil): "Abbiamo prodotti e ordini ma non ci fidiamo più della famiglia Carzaniga, devono passare la mano a un nuovo investitore che saldi i debiti con i fornitori e faccia ripartire la fabbrica". In ballo 800 posti di lavoro fra diretti e indotto, in un settore in espansione come il fotovoltaico.

Il presidio operaio ai cancelli dello stabilimento

Il presidio operaio ai cancelli dello stabilimento

In ballo ci sono 800 posti di lavoro fra diretti (500) e indotto (300). Addetti di un'azienda che produce inverter per il fotovoltaico, e che è quindi in prima linea dentro la transizione ecologica ed energetica, con prodotti all'altezza delle richieste del mercato e un portafoglio ordini di tutto rispetto. E' così un paradosso tutto italiano che alla Fimer di Terranuova Bracciolini, nel Valdarno aretino, il nuovo anno sia stato salutato da lavoratrici e lavoratori ai cancelli dello stabilimento. Un presidio di protesta avviato congiuntamente da Fiom, Fim e Uilm dopo la richiesta della proprietà - la famiglia lombarda Carzaniga...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.