closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Filippine: Jihadisti conquistano una città. Duterte proclama la legge marziale

Filippine. Scontri tra militari e gruppi affiliati a Daesh nel sud del paese. Il presidente interrompe la visita a Mosca e torna a Manila.

Un anno fa circa Abu Sayyaf, Bangsamoro Islamic Freedom Fighters e il gruppo dei fratelli Maute hanno dichiarato la propria adesione a Daesh: si tratta di islamisti filippini agguerriti e spesso associati a banditismo e delinquenza. Da alcuni giorni sono protagonisti di una vera e propria insurrezione a Marawi nel sud del paese; a causa di questi eventi il presidente Rodrigo Duterte, primo leader filippino originario proprio dell'isola meridionale del Mindanau, ha proclamato per 60 giorni la legge marziale in quella parte del paese minacciando di allargarla a tutto il territorio nazionale. Duterte si è visto inoltre costretto ad accorciare la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.