closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Figli separati dai genitori, negli Usa dissenso bipartisan

Stati uniti. Democratici e repubblicani contro la stretta di Trump sugli illegali. Sit-in anche in Texas. Ora il presidente rischia di farsi bocciare dal Congresso la linea dura

Bambini portati via ai genitori migranti illegali in una sede della polizia di frontiera a McAllen, in Texas

Bambini portati via ai genitori migranti illegali in una sede della polizia di frontiera a McAllen, in Texas

La strategia di Trump per combattere il flusso di clandestini negli Stati uniti non si ferma davanti a niente, nemmeno alla separazione dei genitori, arrestati perché scoperti a entrare illegalmente, dai propri figli, affidati a dei tutori. Si parla di 2mila in sei settimane, una notizia che sta scuotendo le coscienze degli americani di entrambi i partiti, nonostante le dichiarazioni del procuratore generale Jeff Sessions che nei giorni passati ha detto che se un genitore ha a cuore i propri figli deve dimostrarlo non coinvolgendolo in un’attività illegale. Sessions non è solo: anche il capo dello staff della Casa bianca,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.