closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Fidel Castro per la macrobiotica

La Sapienza. Una lettera-encomio del leader cubano a Pianesi ha aperto il convegno Upm. Da anni L’Avana lavora con successo sulle tecniche pianesiane, studiando la commestibilità di nuove piante e curando malattie come il diabete mellito: «Sagge idee»

Fidel Castro

Fidel Castro

Sono più di quindici anni che Cuba sta sperimentando la macrobiotica pianesiana. All’istituto Finlay dell’Habana, i casi di guarigione clinicamente testati, per quanto riguarda il diabete mellito, ma anche per altre malattie metaboliche gravissime (come per esempio sclerosi e cancro) hanno ormai superato la soglia delle 20 mila unità. Nelle poche interviste rilasciate in questi ultimi anni, Fidel Castro ha sempre dichiarato di seguire con grande interesse la macrobiotica e i suoi effetti sulla salute. Non stupisce dunque che giovedì scorso proprio la sua voce si sia sentita a Roma, all’ultimo convegno internazionale del movimento dei punti Upm (Un punto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.