closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Festa di Roma, e se ci liberassimo della politica?

Commento. Chiuso il festival e Marco Müller ha salutato il pubblico e la capitale, ma che questa fosse la sua ultima edizione era già scritto prima che cominciasse

Il Festival di Roma è finito, Marco Müller ha salutato il pubblico e la capitale dal palco durante la cerimonia di premiazione ma che questa fosse la sua ultima edizione era già scritto prima che cominciasse. Il gioco del totonomi ha imperversato sui media con più attenzione dei film, come una certa poesia da «carte stracce e foglie al vento» che vede nel Festival la metafora dell’abbandono in cui versa la città. É vero, nulla più di questo Festival nello «struscio» lungo i corridoi umanamente poco accoglienti - come vuole il miglior stile Piano - esprime la «romanità» nei suoi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi