closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«Fermiamo i vaccini sugli animali»

Intervista. Ogni anno 15 milioni di bestie sono utilizzate come cavie per provare farmaci e antidoti. Per Martina Pluda, direttrice di Humane Society International Italia, la scienza può abbandonare questi test

All’epoca di una pandemia che ha condizionato la vita di tutti gli esseri umani nel mondo, richiamare alla tutela degli animali può apparire fuori luogo, soprattutto quando questa significhi anche interrogarsi sulla necessità di portare avanti così com’è una delle pratiche che più genera sofferenza, la sperimentazione farmacologica, quando anche in questo caso ha contribuito al raggiungimento di un vaccino in tempi brevi. Ma la pandemia ci ha anche mostrato come considerare tutti gli animali non umani come una merce e non accordare a ogni forma di vita il rispetto che gli equilibri ecologici, oltre che l’etica, impongono, ci si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi