closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

«Fecero cartello antigreen», alle case tedesche multa Ue

Vw, Bmw e Daimler concordarono di limitare la tecnologia per motori meno inquinanti. Dovranno pagare ben 872 milioni Vestager: negati ai consumatori motori più puliti

Auto della Volskwagen nell’area dei nuovi veicoli in una fabbrica in Sassonia

Auto della Volskwagen nell’area dei nuovi veicoli in una fabbrica in Sassonia

Ancora un clamoroso scandalo per l’industria automobilistica tedesca. Cinque anni dopo il “Dieselgate” emerge il nuovo trucco made in Germany sulle emissioni di gas nocivi: questa volta non si tratta di centraline con il software manomesso ma del patto illegale fra i tre maggiori costruttori nazionali per limitare la concorrenza nella tecnologia di pulizia dei motori. LO HA STABILITO IERI la Commissione Ue condannando Volkswagen, Bmw e Daimler a una maxi-multa di 875,2 milioni di euro per violazione della normativa europea antitrust. La sanzione più elevata, pari a 502,4 milioni, è a carico del colosso di Wolfsburg coinvolto con i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.