closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Fca, Marchionne «trumpiano» e nubi nere su Pomigliano

Automobili. Ok all’«America first»: alcune produzioni verranno ritrasferite dal Messico agli Usa. E dal 2019 via la Panda dal sito campano. La Fiom chiede un incontro urgente sul futuro dello stabilimento

L'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne

L'amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne

A pochi giorni dalla maxi operazione Peugeot-Opel - che ha dato origine al secondo player europeo dopo Volkswagen - i concorrenti reagiscono, e in particolare si fa sentire Fca: l’ad Sergio Marchionne dal Salone dell’auto di Ginevra disegna un nuovo futuro per lo stabilimento di Pomigliano, annunciando che dal 2019-2020 perderà la Panda (sembra a favore della Polonia) ma probabilmente arriverà una Maserati o un’Alfa Romeo come rimpiazzo. Rassicurazioni che non tranquillizzano la Fiom - che chiede un confronto urgente - mentre Fim e Uilm apprezzano e sostengono la strategia del manager. IL FUTURO INDUSTRIALE di Fca - gruppo che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.