closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Faust marziano e astrofisico scopre la sua vera dannazione

Lirica. All’Opéra Bastille contestata regia di Alvis Hermanis. Ridondante lettura dell’opera di Berlioz che identifica il protagonista in Stephen Hawking

All’Opéra Bastille il Faust del XXI secolo riesce a salvarsi in extremis dalla dannazione eterna sulla scena ma non evita le contestazioni del pubblico, diretta alla regia di Alvis Hermanis della Damnation de Faust di Berlioz. Un fiasco in parte annunciato dall’atmosfera surriscaldata nei giorni precedenti alla prima, con le anticipazioni sullo spettacolo, che trasforma Faust nell’astrofisico Stephen Hawking impegnato a perfezionare il viaggio su Marte; sono seguite le dichiarazioni di Hermanis, che ha abbandonato una produzione del Thalia Theater di Amburgo, dopo gli attentati parigini, stigmatizzando un montante antisemitismo e in parte equiparando politica dell’accoglienza dei rifugiati e aiuto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.