closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Fase 25

il governo necessario

Bella ciao

25 intellettuali. 25 messaggi. 25 giorni per discuterli. 1 manifesto.

Un canto di resistenza, di libertà, di amore e di lotta comune.

Bella Ciao, la canzone simbolo della lotta partigiana contro il fascismo, diventa oggi la colonna sonora di una nuova lotta, quella al nemico invisibile ma non meno feroce, il Covid-19.

Sette artisti da tutto il mondo, ognuno dalla propria abitazione in cui sono costretti dalla quarantena, coordinati dal cantautore napoletano Tommaso Primo, hanno deciso di reinterpretare il celebre canto popolare, con la produzione di Giuseppe Spinelli e il contributo artistico dello stesso Giuseppe Spinelli, di Antonio Esposito, Arcangelo Michele Caso e Stella Manfredi.

Una versione intensa, appassionata, realizzata nella consapevolezza che per combattere le battaglie di oggi non bisogna dimenticare quello che è stato.

Un grido di gioia e di speranza da ogni continente, per tornare presto a cantare insieme.

Tommaso Primo (Italia) Guillem Roma (Spagna) Samah Mustafa (Palestina) Dewis Caldes (Brasile) Georgios Strimpakos (Grecia) Irma libohova (Albania) Laye Ba (Senegal)

Prodotto da Giuseppe Spinelli, missato da Andrea Cutillo

Dare voce al governo che non c’è.

Per trasformare l’emergenza Covid-19 e mettere in atto i cambiamenti di sistema necessari alla popolazione del pianeta

Dal 25 Aprile 2020 25 intellettuali, personaggi dell’arte, della cultura e della scienza si caleranno nei panni del Presidente del Consiglio, per pronunciare il discorso alla nazione di un Governo che non c’è, ma che è quello che invece servirebbe: il Governo Necessario.

testata il manifesto

in collaborazione con