closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fallita l’amnistia saudita: solo il 15% degli etiopi illegali se ne va

Arabia Saudita. Solo 60mila su 400mila clandestini accettano di tornare in Etiopia. Gli altri preferiscono il rischio della prigione alla miseria e le persecuzioni in patria. Nel 2013 furono 150mila gli etiopi rimpatriati con la forza da Riyadh

Meglio una prigione saudita o la miseria in Etiopia? Meglio nascondersi dalla polizia di re Salman o rischiare la persecuzione in casa? È la domanda a cui Riyadh vorrebbe che 400mila lavoratori illegali etiopi rispondano al più presto: l’amnistia «concessa» dall’Arabia saudita ai clandestini del paese africano, rinnovata un mese fa e scaduta ieri, non ha dato i frutti sperati. Secondo i dati del governo etiope, solo 60mila su 400mila (stimati, ovviamente, visto lo status di illegalità) hanno accettato di tornare in patria. A marzo Riyadh aveva minacciato di arresto entro 90 giorni gli etiopi illegali e per lo più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.