closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Facebook e il «consenso informato»

Verità nascoste . La manipolazione dei sentimenti collettivi non insegue una loro trasformazione nella direzione di un’adesione sentita alla causa dei manipolatori bensì il loro ovattarsi che favorisce un’atteggiamento acritico, conformista

Facebook ha rivelato i risultati di una sperimentazione svolta per suo conto nel 2012 che ha coinvolto 689.000 dei suoi utenti. Nella sperimentazione, condotta da docenti dell’Università Cornell di New York e dell’Università di California, è stato alterato il flusso dei post degli amici nelle homepage degli utenti usati come cavie a loro insaputa. Gli utenti sono stati divisi in due gruppi: coloro che (a causa del filtro introdotto da Facebook) hanno ricevuto meno post dal contenuto emotivo positivo hanno ridotto del 0,1% l’uso di parole positive e aumentato del 0,04% l’uso di parole negative nei post pubblicati da loro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi