closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

F-35, voltafaccia atomico di Obama

Guardian. 70 ogive nucleari custodite nelle basi italiane saranno adeguate per il lancio con i nuovi cacciabombardieri F-35

Un aereo F-35 nella base Usa di Yuma

Un aereo F-35 nella base Usa di Yuma

Nello «storico» discorso di Praga del 2009, il presidente statunitense Barck Obama dichiarava che gli Stati uniti avrebbero fatto passi concreti verso un mondo senza armi nucleari, rafforzando il Trattato di non-proliferazione. E lo stesso Pentagono, nel 2010 s’impegnava a ridurre il numero degli ordigni atomici e a non svilupparne di nuovi. Ora però Obama, Nobel per la pace e al suo secondo mandato, ha fatto una «inversione a U nucleare»: lo ha scritto ieri il giornale britannico The Guardian, fornendo importanti dettagli. Sulla scia del discorso di Obama, la Germania e altri membri europei della Nato (Belgio, Lussemburgo, Norvegia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi