closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Ex Ilva: governo senza linea, Taranto senza risposte

Acciaio di Stato. Dopo la sentenza, il silenzio da Draghi e l’attesa per il Consiglio di Stato (non decisivo). Ambientalisti da una parte e sindacati dall’altra criticano Giorgetti e Cingolani

Una manifestazione della Fiom a Taranto

Una manifestazione della Fiom a Taranto

A una sentenza definita da tutti «storica», da parte del governo sono seguite solo dichiarazioni imbarazzate. Il giorno dopo le pesanti condanne inflitte dalla corte di assise di Taranto per il danno ambientale e i morti provocati dall’Ilva, chi è da poco tornato a guidare il gruppo siderurgico non è in grado di dare alcuna certezza sul futuro sia ai cittadini di Taranto che agli 11 mila lavoratori sparsi per l’Italia. Al silenzio di Draghi - il presidente del consiglio non si è mai espresso sul tema - hanno fatto da contraltare le dichiarazioni dei ministri responsabili: quelle di prammatica...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.