closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Europa del Sud, la frontiera liquida come arma delle destre

Mediterraneo Downtown. Dietro la lotta alle organizzazioni umanitarie c'è un livello molto più profondo, istituzionale, una convergenza parallela di interessi

È liquida la frontiera sud dell’Europa. È una linea più politica che geografica, un’arma brandita dalle destre identitarie europee e una moneta di scambio tra i governi securitari. Con l’Italia e la Francia in prima fila e con le milizie libiche pronte a contrattare. Occorre partire dall’estate del 2017. La macchina della propaganda anti migrazione era pronta da mesi. Da marzo il comitato Schengen, presieduto nella XVII legislatura dalla forzista Laura Ravetto, aveva aperto il gioco al massacro contro le organizzazioni umanitarie impegnate nei salvataggi nel Mediterraneo centrale. Quando convoca il procuratore di Catania Carmelo Zuccaro - il magistrato che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi