closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Etruria, un pozzo senza fondo

Crack bancari. Perquisizioni in 14 società, debitrici di 18 milioni alla "vecchia" Bpel, riconducibili al commercialista Nataloni e all'ex presidente della banca Rosi, sodali in affari anche con Tiziano Renzi, dagli outlet ai centri commerciali. Si allunga l'ombra della bancarotta per i vecchi vertici dell'istituto di credito, fra cui Pier Luigi Boschi, per i due miliardi e passa di sofferenze incagliate.

Il presidente del consiglio e la ministra delle riforme

Il presidente del consiglio e la ministra delle riforme

Per i passati vertici di Banca Etruria e del Lazio sarà difficile evitare l'accusa di bancarotta più o meno fraudolenta. Con le ripercussioni politiche del caso, vista la presenza nel board dell'istituto commissariato non solo di Pier Luigi Boschi ma anche della coppia Lorenzo Rosi & Luciano Nataloni. Sodali in affari con il cerchio magico familiare dell'inquilino di palazzo Chigi. Ieri, sulla tranche dell'inchiesta legata al conflitto di interessi, e alle omesse dichiarazioni, di Rosi e del commercialista Nataloni, i finanzieri del Nucleo di polizia valutaria di Arezzo hanno perquisito 14 società clienti di Banca Etruria, anch'essa visitata dalla Finanza....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.