closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Eternit, un processo inutile

Amianto. Per la Suprema corte i reati contestati agli imputatai erano tutti già prescritti

Corteo a casale Monferrato

Corteo a casale Monferrato

L’ultima vittima è morta domenica, una donna di 77 anni, uccisa da quello che a Casale Monferrato chiamano il «mostro», il mesotelioma. Un mostro a infinite teste che non teme prescrizioni. Ma per la giustizia il disastro, che si perpetua ininterrottamente, non esiste: tutto prescritto e senza colpevoli. La Cassazione ieri ha depositato le motivazioni del verdetto del 19 novembre sul processo Eternit, che oltre alla condanna nei confronti del magnate svizzero Stefan Schmidheiny (18 anni per disastro doloso permanente) aveva annullato i risarcimenti alle vittime. Per la Suprema Corte il processo era morto in partenza e con capi di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.