closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Eta, la dissoluzione finale senza scuse

 Graffito per i prigionieri dell'Eta nel comune basco spagnolo Agurain

Graffito per i prigionieri dell'Eta nel comune basco spagnolo Agurain

Anticipata dallo scoop del diario.es, ieri è arrivata ufficialmente la dichiarazione della dissoluzione definitiva dell’Eta. Il comunicato finale è stato letto da Ginevra da un rappresentante del Centro Henry Dunant per il dialogo umanitario, e contemporaneamente dal dirigente storico di Eta Josu Urrutikoetxea (Josu Ternera) e della prigioniera Soledad Iparragirre in euskara, castigliano e francese (i video sono stati diffusi dai giornali locali Gara e Berria). Nella dichiarazione non si fa menzione alcuna alle vittime della lotta armata e al dolore causato, come riportato dalla stampa spagnola il giorno prima. «Un ciclo si è chiuso», dice l’Eta annunciando lo smantellamento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.