closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Età determinante: il 97% delle vittime ha più di 60 anni

Muoiono più uomini che donne. Sulla popolazione nel suo complesso, la letalità cinese è del 2,3%, inferiore al 3,5% italiano

Nell'ospedale Sacco a Milano

Nell'ospedale Sacco a Milano

A ormai quindici giorni dallo scoppio del focolaio di Codogno i numeri sono tali che è possibile fare un’analisi statistica con una certa significatività. Tra ieri e l’altro ieri l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) ha rilasciato i dati aggregati sulle prime 105 vittime, cioè tutte quelle morte al 4 marzo e risultate positive al coronavirus. Il dato che appare più evidente è l’età media elevata delle persone morte, che in media hanno 81 anni di età. L’età di morte in media è di venti anni superiore a quella delle persone positive, che in Italia è di 61 anni. Il 97,2%...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi