closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Estrema destra nell’esercito spagnolo, un vecchio vizio che non passa

Madrid. Ma il Psoe minimizza i dati delle inchieste indipendenti

Un soldato spagnolo

Un soldato spagnolo

A Madrid il golpe non sembra alle porte ma il «rumore di sciabole» nelle forze armate iniziano a sentirlo in molti. La formazione del governo di coalizione tra i socialisti e la sinistra di Podemos ha scatenato la furia dell’estrema destra ultranazionalista e nostalgica, fortemente radicata nell’esercito, scatenata contro i «social-comunisti». L’approvazione, a fine 2020, della Legge di Bilancio con i voti di alcuni partiti della sinistra indipendentista catalana e basca, ha ulteriormente indignato certi ambienti, che hanno rispolverato il termine «rosso-separatisti», in voga tra i militari che nel 1936 soffocarono la Repubblica nel sangue. Alle continue richieste di indagare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.