closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Essere giusti con i grillini

In una parola. La rubrica settimanale a cura di Alberto Leiss

Premetto che non ho mai votato per il Movimento 5 Stelle e che ho sempre considerato pericolose molte tesi e parole d’ordine della loro proposta e provocazione politica. In particolare la contestazione indiscriminata contro la “casta” (condivisa peraltro da moltissimi altri soggetti politici e mediatici), il richiamo alla lotta alla corruzione con un linguaggio e idee pesantemente segnate dal giustizialismo. Per non dire dell’uso di slogan volgari, troppo spesso all’insegna dell’insulto e della demonizzazione del nemico (di turno). Tuttavia la sufficienza e il facile discredito che nel discorso pubblico viene riservato al movimento di Grillo, proprio nel momento in cui...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi