closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

“Escrache” contro le politiche di Macri

Roma. La protesta dei movimenti

La repressione di Macri in Argentina

La repressione di Macri in Argentina

“Il papa non riceva Macri”. Con questo appello, gruppi di residenti argentini in Italia, associazioni di migranti latinoamericani e movimenti sociali hanno effettuato un “escrache” contro la visita del presidente-imprenditore in Vaticano. L'escrache (lo “sputtanamento”) è una forma di denuncia messa in campo durante gli anni '90 dalle organizzazioni popolari, che si recavano sotto casa di un ex torturatore della passata dittatura lasciato libero per denunciarne le responsabilità. Con lo stesso spirito, si è voluto denunciare il vero volto di Macri che ha calato la scure sui diritti e imprigionato anche la deputata indigena Milagro Sala, leader del movimento Tupac...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.