closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Ernesto Rossi e il suo Manifesto

Il documentario. «Le parole di Ventotene» sarà proiettato il 22 ottobre alla Camera dei Deputati

Il vassoio dipinto da Rossi a Ventotene

Il vassoio dipinto da Rossi a Ventotene

Ernesto Rossi condivise con la madre Elide, attrice dilettante, la passione per il teatro dei burattini che disegnava ovunque, soprattutto per firmare le sue lettere dal carcere o dal confino ironizzando così sul regime fascista. Appena quattordicenne, aiutato da un burattinaio, imparò a ritagliare le teste dei pupazzi e con la madre, che ne confezionava i vestiti, realizzò quindici burattini per divertire le sorelline più giovani. Tutto il paese in cui risiedeva andava a vedere il suo teatrino che, si dice, sia stato riscoperto poi in un antico negozio di giocattoli di Firenze da Pietro Calamandrei il quale rendendosi conto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.