closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Ergastolo ostativo, l’avvocatura di Stato apre all’abolizione

Carcere. L'Avv. Figliolia: «Eliminare ogni automatismo». Udienza pubblica in Corte costituzionale, oggi la sentenza

Ernest Pignon-Ernest

Ernest Pignon-Ernest "Resistant"

Un varco c’è, nell’abolizione dell’ergastolo ostativo. Ad agevolare la spinosa decisione della Corte costituzionale - attesa per oggi - chiamata dalla Cassazione a pronunciarsi sulla legittimità dell’unica pena del nostro ordinamento che preclude ogni possibile liberazione condizionale, comminata a quei condannati che non collaborano con la giustizia, ci ha pensato la stessa avvocatura dello Stato. A sorpresa, l’avv. Ettore Figliolia, rappresentante del governo, nell’udienza pubblica di ieri mattina in Consulta ha trasformato le proprie conclusioni rinunciando alla pura e sola richiesta di giudicare inammissibile o infondata la questione di costituzionalità sollevata sul caso di un uomo condannato per mafia che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi