closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Ergastolo ostativo, il Prc: “Contrario al senso di umanità”

Interventi. La lettura del Responsabile nazionale Giustizia di Rifondazione comunista

“Basterebbe visitare una casa penale per constatare che le persone rinchiuse, dopo vent'anni, sono completamente abbrutite. Prolungata per tanto tempo, la pena detentiva porta a questo processo di deformazione.” Con queste parole il 25 gennaio 1947 Umberto Terracini esponeva il suo punto di vista in sede di Assemblea costituente sul sistema repressivo della Repubblica. Per riformare quel sistema, non a caso, proponeva la detenzione massima di quindici anni. L’attesa della sentenza della Corte costituzionale in materia di ergastolo ostativo fa emergere, ancora una volta, una concezione dell’esecuzione penale contraria allo spirito costituzionale e alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo. La...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi