closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Erdogan inverte la rotta e ora punta al dialogo anche con Siria ed Egitto

Turchia. L'analista Uraib Rintawi: Erdogan ha fallito in politica estera e ora corre ai ripari aprendo anche ai nemici Assad e al Sisi

Binali Yildirim

Binali Yildirim

Suscita interrogativi, e qualche sospetto, la sorprendente inversione di marcia compiuta dalla Turchia in politica estera in queste ultime settimane. Un dietro front che non è ancora terminato. Dopo l'accordo di riconciliazione firmato con Israele e il disgelo con la Russia, il premier Binali Yildirim, braccio esecutivo del leader Erdogan, ha assicurato che Ankara «continuerà a migliorare le relazioni con i vicini. Non ci sono molti motivi per scontrarsi con l'Iraq, la Siria o l'Egitto, mentre ne abbiamo molti per sviluppare la nostra cooperazione. Miglioreremo i nostri rapporti di amicizia con tutti i Paesi che circondano il mar Nero e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.