closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Equo compenso, freelance mobilitati contro «l’accordo-truffa» Fieg-Fnsi

Giornalisti. Contrari il presidente dell'ordine dei giornalisti Enzo Iacopino e il Comitato di Redazione del Tg5

Più produci e meno verrai pagato. È uno dei principi ispiratori dell’accordo raggiunto dagli editori Fieg e il sindacato dei giornalisti Fnsi sull'equo compenso per i giornalisti freelance. Le parti si rivedranno lunedì 23 giugno per continuare la trattativa sul contratto nazionale, ma la loro decisione ha scatenato il dissenso del presidente dell’Ordine dei giornalisti Enzo Iacopino, la rivolta del coordinamento precari di Stampa Romana e delle reti dei freelance che pensano di organizzare una protesta a Roma. L’accordo ha stabilito le tariffe minime per il lavoro giornalistico, in caso di collaborazioni coordinate e continuative. Prevede 250 euro ad articolo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi