closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Eppur si muove, con l’accordo Ilva un segnale per l’Italia industriale

Ilva. Appare positivo che l’accordo sia sottomesso ad un referendum tra i lavoratori, ma avremmo desiderato che ne fosse previsto un altro tra la popolazione di Taranto

Hoc erat in votis. Orazio, nelle Satire, raccontava della speranza di diventare proprietario di una villetta con orto e boschetto; non sappiamo quanto ha dovuto attendere il poeta per realizzare il suo sogno, ma noi come italiani siamo stati finalmente accontentati almeno una volta, sul fronte delle crisi aziendali, anche se purtroppo dopo molti anni di ansiose attese. Davanti a tanti casi aperti da tempo, questa volta si è riusciti, sia pure con grande fatica, a vincere il maligno. La bozza di accordo siglata ieri ci sembra abbastanza dignitosa e certamente migliorativa per alcuni aspetti rispetto a quella a suo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.