closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Enigma. Requiem per Pinocchio», mondi paralleli nei labirinti del tempo

Palcoscenico. La nuova creazione del Teatro Valdoca, le parole di Mariangela Gualtieri e i corpi fatti agire da Cesare Ronconi

Una scena da «Enigma. Requiem per Pinocchio»

Una scena da «Enigma. Requiem per Pinocchio»

Che bello ritornare all’interno di un vero teatro, il Bonci di Cesena, con le parole di Mariangela Gualtieri e i corpi fatti agire da Cesare Ronconi su una scena dilatata a invadere tutta la platea svuotata dalle poltroncine. I due artefici del Teatro Valdoca hanno messo a frutto la forzata pausa delle attività pubbliche per mettere in atto insieme a un inedito gruppo di interpreti il lungo lavoro preparatorio che li ha portati fino a qui. Enigma si intitola questa nuova creazione, e già dal titolo e dall’impianto scenico può richiamare la struttura del teatro greco, con l’orchestra liberata per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi